Torna #iorestoinsala: in Puglia aderisce all’iniziativa il Cinema Splendor di Bari

Torna #iorestoinsala: in Puglia aderisce all’iniziativa il Cinema Splendor di Bari

Cinema Splendor, Bari

Cinefili di tutta Puglia, vi manca la sala? Quell’attesa spasmodica del giovedì per le nuove uscite e i popcorn? A noi tanto. Ad alleviare questa attesa per la riapertura delle sale ci pensa il Cinema Splendor di Bari aderendo ad un’iniziativa che vede coinvolti più di cinquanta cinema sul territorio nazionale.

Del resto, siamo profondamente convinti che il cinema di qualità non debba fermarsi e non è assolutamente giusto, in un periodo difficile come questo, privarci di un immaginario collettivo e della possibilità di riflettere e di sognare. Proprio per questo ci si avvale della rete per ripartire ancora una volta e non restare in quel triste silenzio che penalizza i fruitori della settima arte ma soprattutto chi di cinema ci vive.

Per spiegarvi in cosa consiste #iorestoinsala abbiamo rivolto alcune domande a Luca Anaclerio che si occupa della direzione del Cinema Splendor di Bari.

1. Il Cinema Splendor è l’unico cinema in Puglia a partecipare all’iniziativa #iorestoinsala, da chi nasce questa idea?
Al momento siamo gli unici in Puglia. Il progetto è stato lanciato nello scorso maggio, quasi alla fine del lockdown di primavera che ha pesantemente gravato sui bilanci dei cinema. L’idea è nata grazie alla collaborazione tra un gruppo di esercenti e un gruppo di distributori cinematografici.

2. L’iniziativa era stata già lanciata a maggio per fronteggiare il primo lockdown. Sono stati positivi i dati?
Non credo si possa parlare di positività di dati, anche se non si può negare che si è percepito un certo riscontro tra gli appassionati della settima arte, soprattutto abbiamo potuto riscontrare quant’è vera la possibilità di far riferimento a un determinato cinema come luogo di relazione e incontro.

3. Pensate che #iorestoinsala possa avere una vita anche quando, finalmente, si tornerà in sala?
Spero che, attraverso altre proposte, possa affiancare e sostenere la programmazione che giunge in sala. Non diventando un canale concorrenziale, ma di sostegno nella ripresa. Fare rete diventerà essenziale, se non necessario alla fine di quest’incubo.

4. Sarà possibile fruire anche film del circuito d’autore o quelli in V.O.?
Può essere una proposta che per ora, però, non è possibile vagliare. Il cinema, quello d’essai, come quello che propone retrospettive in lingua originale non può scindersi dal suo luogo naturale, che è la sala. Affiancare il reale al virtuale, però, rappresenterebbe un’energia nuova da sperimentare e, semmai, rafforzare.

Per vedere un film in programmazione comodamente da casa vostra basta andare sul sito del cinema di riferimento scegliendo il titolo e l’orario, acquistare il biglietto dal sito e attendere un link (sulla mail con cui avete effettuato l’acquisto) che vi farà accedere alla sala virtuale, accedere e guardare il film entro 48 ore dall’acquisto.

I prezzi dei biglietti sono calibrati in base alle tariffe esistenti sulla rete e vanno, cioè, da un minimo di € 3,00 ad un massimo di € 7,90.  

COMMENTS (3)

  • comment-avatar

    Ottimo articolo

  • comment-avatar

    Ottima idea, complimenti 👏

  • comment-avatar
    Giuliano 15 Novembre 2020

    Fantastico!!