Parco di Costa Ripagnola: la legge è stata approvata, ma i comitati protestano

Parco di Costa Ripagnola: la legge è stata approvata, ma i comitati protestano

di Rogero Paci, Bari – Ci eravamo già occupati della vicenda di costa Ripagnola. Ora la legge è stata approvata. Il Parco Regionale di Costa Ripagnola è stato istituito con la legge regionale n. 30 approvata lo scorso luglio. I comitati però non ci stanno. Hanno ravvisato che così com’è la legge prevede che il perimetro del parco sia inferiore rispetto al progetto originale e che l’area dei trulli sia meno protetta, per questo hanno presentato due istanze alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Abbiamo intervistato la Presidente del Comitato “I gabbiani del Parco di Costa Ripagnola” Loredana Fasano.

Come nasce il vostro comitato? Da chi è composto?

“Il nostro comitato nasce il 27 agosto 2020 da un gruppo di appassionati ambientalisti contrari alla cementificazione e liberi da legami politici. Tra i soci fondatori c’è anche l’avvocato Ascanio Amenduni del foro di Bari. Lo scopo del comitato è quello di contrastare le parti viziate della legge istitutiva del parco che, anziché tutelare le aree relative, le espone a maggiori rischi di interventi
edificatori.”

Sembrava tutto procedere al meglio fino all’approvazione della legge regionale che ha istituito il
Parco Regionale di costa Ripagnola. Poi cosa è successo?

“E’ accaduto il paradosso. Il DDL n.30, nato da un intenso lavoro di collaborazione tra gli uffici regionali ed in particolar modo, di quello del Direttore del Dipartimento Ecologia e Paesaggio dell’ing. Barbara Valenzano, è stato snaturato dagli emendamenti presentati dal comune di Polignano, recepiti dal consigliere Amati. Si è arrivati, pertanto, ad una situazione in cui paradossalmente l’area, soprattutto quella su cui sono presenti i trulli, ora è meno protetta rispetto
alla situazione preesistente, e il perimetro complessivo del parco è diminuito. Questa distanza tra lo
scopo iniziale e il risultato finale può configurare un vizio di irragionevolezza e straripamento di
competenze della legge.”

Quali, nello specifico, sono le istanze che avete presentato riguardo all’istituzione del parco? Ci sono delle novità in merito?

“Il nostro Comitato di scopo ha inviato due esposti, in data 16/09/2020 e 24/09/2020, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per sollevamento di questione di legittimità costituzionale della legge regionale n. 30/2020. Come potrà notare dalle date, il primo esposto è stato presentato in piena campagna elettorale. Tuttavia, il Consiglio Direttivo del Comitato ha deliberato di evitare la divulgazione del suddetto esposto ai media perché non era nostra intenzione nuocere ad alcun
candidato per la corsa alle regionali.
In qualità di presidente del Comitato, sono in contatto con i ministri Costa e Boccia (rispettivamente ministri dell’Ambiente e per gli Affari Regionali, ndr), che hanno mostrato disponibilità al tema trattato. Il termine ultimo affinché la Presidenza del Consiglio dei Ministri presenti il ricorso alla Corte Costituzionale è il prossimo 20 novembre.
Ieri mattina sono stata contattata dal capo di gabinetto dott. Rana, che mi ha comunicato di aver aperto l’istruttoria.”

Quali saranno le vostre prossime iniziative?

“Lo scorso 21 ottobre ho inviato una lettera personale al Presidente della Regione Puglia Emiliano, in cui lo invito ad intervenire direttamente con la sua maggioranza a modificare la legge n. 30/2020, restituendone l’originaria identità. Inoltre ho richiesto ad Emiliano un incontro con una nostra delegazione, al fine di poter trovare un comune accordo sulle rettifiche alla suddetta legge. Se per il 20 novembre prossimo non dovesse esserci né la modifica migliorativa alla legge n. 30 né la presentazione del ricorso costituzionale da parte della Presidenza del Consiglio dei ministri (e putroppo si creerebbe un precedente nazionale), il nostro Comitato perseguirà lo scopo con diverse iniziative in sede giudiziale.”

Intanto il Comitato “I gabbiani di Costa Ripagnola” parteciperà all’iniziativa “Conosciamo e puliamo Parco Ripagnola” prevista per oggi e organizzata dal Comitato “I pastori della costa”. L’evento prevede l’esplorazione delle bellezze ambientali ed archeologiche presenti nell’area e l’approfondimento delle criticità della neonata Legge Regionale.

COMMENTS (2)

  • comment-avatar

    Brava Loredana e bravo WhatsApp Puglia per aver dato notizie sul lavoro del Comitato dei Gabbiani di Costa Ripagnola. Carlo Maranzano

  • comment-avatar
    Giuseppe Loiacono 26 Ottobre 2020

    Speriamo che il lodevole lavoro svolto dal comitato dei gabbiani di costa ripagnola approdi a buoni risultati.