Gli Amichi di Michele Visaggi compiono 10 anni. Si festeggia con “Sicuri ad arte” una tre giorni alla sala Murat

Gli Amichi di Michele Visaggi compiono 10 anni. Si festeggia con “Sicuri ad arte” una tre giorni alla sala Murat

Di Daniele De Bartolo, Bari – “La gioia come il dolore si deve conservare, si deve trasformare” sono parole di un grande cantautore Niccolò Fabi che ha provato su di se il dolore più difficile e duro da affrontare ovvero la perdita di una figlia. Da subito però il cantautore romano ha deciso che questo suo profondo dolore doveva trasformarsi, doveva diventare una pianta e portare molti frutti per tutti i bambini. E allora ha proposto un’associazione chiamata Parole di Lulù che ogni anno organizza un concerto in una città diversa d’Italia con lo scopo di raccogliere fondi per progetti a favore dei bambini. Qualche anno fa l’evento si è tenuto in una masseria in Valle d’Itria con lo scopo di creare un parco giochi attrezzato anche per i bambini disabili a Taranto proprio nel quartiere adiacente l’Ilva.
Che il dolore si debba trasformare in qualcosa di buono lo sanno benissimo anche i ragazzi dell’associazione Amichi di Michele Visaggi nata dalla voglia di stare insieme ad un amico, ad una bella persona che non si vuole lasciare andare via anche se un incidente stradale ha spento il suo sorriso. E il miglior modo che hanno trovato i suoi amici per continuare a volergli bene è stato quello di darsi da fare perchè le morti sulla strada diminuiscano quanto più possibile fino a diventare un lontano ricordo per evitare che altri genitori e altri amici debbano piangere figli, fratelli saliti in auto e non più scesi. Da quel momento tragico, dalla nascita dell’associazione sono passati 10 anni, un periodo abbastanza grande da poter cominciare a tracciare un bilancio, per guardarsi indietro e notare con soddisfazione che un pò di strada la si è fatta. Col tempo gli Amichi sono cresciuti, si è creato un grande legame con l’associazione Ciao Vinny nata anche lei per ricordare un ragazzo, Vincenzo Moretti, scomparso troppo presto sulla strada.


Purtroppo gli incidenti stradali continuano a verificarsi causando vittime che lacerano la nostra comunità, l’ambiente familiare e la rete degli amici e parenti – le parole del sindaco Antonio Decaro -. Per questo credo sia importante che queste famiglie, inizialmente prese dalla disperazione e dall’immenso dolore di aver perso un figlio, convoglino le loro attenzioni e il loro impegno in un percorso associativo che da un lato li aiuta a convivere con il lutto, dall’altro aiuta l’intera comunità a prendere coscienza dei pericoli che si corrono sulla strada. Un tempo si sentiva più spesso parlare di incidenti serali, magari dovuti a un bicchiere di troppo o alla stanchezza fisica; oggi, invece, si muore per tanti altri motivi e a qualunque ora del giorno, spesso per l’uso del cellulare che può determinare molti più danni di ciò che possiamo immaginare. Il tempo necessario a scrivere un messaggio, infatti, distrae dalla guida per un lungo percorso, il che può diventare fatale. Perciò sono contento di essere accanto a Lorenzo Moretti, che con la sua associazione si occupa non solo di progetti sulla sicurezza stradale ma anche di progetti solidali, e a Francesco Visaggi, che con la onlus dedicata a suo fratello Michele ha organizzato queste attività di sensibilizzazione all’utilizzo consapevole dei mezzi di trasporto, non solo le automobili ma anche le bici e gli stessi monopattini elettrici. Questi ultimi, ad esempio, hanno il grande vantaggio di averci proiettato nel futuro ma allo, stesso tempo, comportano dei rischi se non utilizzati correttamente”. Un compleanno importante che andava giustamente festeggiato nel migliore dei modi, covid permettendo. Per i suoi 10 anni l’associazione Amichi ha lanciato la manifestazione “Sicuri ad Arte” una tre giorni di festa e di incontri che si svolgerà da venerdì 2 a domenica 4 Ottobre presso la Sala Murat a Bari.


A dieci dalla scomparsa di mio fratello Michele – ha spiegato Francesco Visaggi vicepresidente dell’associazione Amichi – abbiamo deciso di raccontare tutto il percorso dell’associazione sin dalla sua nascita. Con aMichi di Michele Visaggi abbiamo scelto di occuparci di sicurezza stradale attraverso l’arte e in questa tre giorni daremo spazio alle attività realizzate anche grazie a molti amici conosciuti in questi anni. Perciò le mattine saranno dedicate ai progetti dell’associazione e alla sensibilizzazione alla guida sicura, attraverso simulazioni sui pericoli rappresentati da alcol e droghe e momenti informativi sull’uso corretto delle due ruote di cui spesso si sottovalutano i rischi. La sera, invece, intendiamo offrire ai cittadini appuntamenti musicali e spettacoli organizzati grazie alla disponibilità di artisti e musicisti scelti dal nostro amico e direttore artistico Davide Ceddìa”.
Si parte venerdì sera con la presentazione di “Canzone per Michele” la canzone che diventerà il nuovo inno dell’associazione. La serata proseguirà con il concerto del gruppo vocale dei Mezzotono con un live che svaria su diversi stili musicali, dal jazz al pop, alla bossa nova al folklore al big band style e alla musica classica tutto rigorosamente senza strumenti musicali ma solo con le loro 5 voci che creano le armonie e i suoni mancanti. La festa di compleanno continuerà nelle giornate di sabato e domenica con due momenti diversi. La mattina sarà riservata ad un percorso che porterà l’associazione a ricordare Michele e comunicare alla cittadinanza le attività e i progetti che hanno impegnato gli amichi in questi 10 anni. Inoltre ci saranno delle attività in collaborazione con la cooperativa Caps e Motorclub bari per mostrare gli effetti dell’attenzione alla guida, cosa produce rispettarli e i rischi che si corrono se non si da attenzione alla guida. Un’altra associazione che sarà presente alla festa di compleanno è Tou.Play che utilizzeranno le attività ludiche come strumento di contaminazione tra le culture attraverso dei tour che porteranno i partecipanti a visitare la città vecchia con occhi nuovi.


Nelle due serate, invece, sarà dato spazio alla musica dal vivo. Sabato la serata è all’insegna dei duetti. Si parte alle 20 con gli Innan Duo ovvero la felice unione tra un musicista e una ballerina e coreografa. Si continuerà con Claudia Moretti accompagnata dal noto dj Nicola Corradino e il loro live eclettico per concludere con il concerto di Piero Rinaldi e Francesco Corallo che con la loro band ripercorrono quello che fu uno dei più riusciti matrimoni artistici, ovvero quello tra Lucio Dalla e Francesco De Gregori che portò al cd e al tour di Banana Republic.


Nella serata conclusiva si esibirà Alessandra Valenzano in arte Alevale che porterà il pubblico nel suo mondo di musica country, folk, rock e pop accompagnata dal suo ukulele. Si proseguirà con Roberto Baratto tastierista e fisarmonicista della storica band folk/rock pugliese Camillorè che per l’occasione porta sul palco della Sala Murat le sue atmosfere. Più che una fine sarà un the end con la performance dei The Wonders tribute band dei Beatles.
L’ingresso è libero ma i posti sono limitati per l’emergenza sanitaria e occorre prenotare. Per informazioni contattare l’associazione tramite whatsapp al numero 3459564179 o direttamente sulla loro pagina Facebook.

COMMENTS