Arte, a Bitritto un’opera che fa sentire il suono del mare. Il murale “multisensoriale” di Gianni Roppo

Arte, a Bitritto un’opera che fa sentire il suono del mare. Il murale “multisensoriale” di Gianni Roppo

Foto di Marco de Giosa

Di Francesca Emilio, Bari – Sentire il suono delle onde del mare attraverso un’opera d’arte. Qualcuno potrebbe dire che non è possibile e invece no. Accade a Bitritto, luogo in cui, Gianni Roppo, artista pugliese con molta esperienza alle spalle, ha realizzato un vero e proprio murale multisensoriale sulla parete della scuola elementare del Comune.

L’opera, che si trova nello specifico sul lato sinistro dell’ingresso di via V. Bachelet, di fronte alla villa dei Bersaglieri, si intitola “Il respiro del mare” e ritrae, nel dettaglio, una bambina all’ascolto di una conchiglia.

Si potrebbe sviscerare per ore il termine sentire collegato a quello dell’arte visiva. Guardare un’opera d’arte non è solo saperla osservare con gli occhi, ma è, indubbiamente saperla sentire, emozionarsi con le immagini, viaggiare nelle dimensioni dell’artista e connetterle alle proprie. Roppo ha unito le due cose portanto al sentire altrui il suono del mare.

Realizzata con il patrocinio gratuito del Comune di Bitritto, il quale ha dato all’artista i permessi per la sua realizzazione, e sostenuto dall’associazione il Filo del discorso, quest’opera è, indubbiamente, un modo per educare alla bellezza i più piccoli, ma non solo. Anche gli adulti, che siano essi cittadini o no di Bitritto, potranno goderne e lasciare lì i propri messaggi, pensieri e poesie, magari proprio ispirati dal suono delle onde del mare, oltre che dalle immagini.

COMMENTS