Ambiente, in aumento la raccolta differenziata della plastica: buone notizie per la Puglia

Ambiente, in aumento la raccolta differenziata della plastica: buone notizie per la Puglia

Di Redazione, Bari – Buone notizie per la raccolta differenziata della plastica. Lo scorso anno, sono state oltre 1.370.000 le tonnellate di plastica raccolte in maniera differenziata. Si tratta di un dato positivo che vede, rispetto al 2018, il 13% di differenziazione in più in termini di quantità trattata. I dati portano l’Italia ad un pro-capite medio annuo di 22,8 kg, con Valle d’Aosta e Sardegna in testa alla classifica (31 kg per abitanti raccolti). La Puglia è tra le ultime in classifica, con poco più di 19,8 kg a persona raccolti. Dati positivi che ricordiamo, riguardano la plastica differenziata e dunque non offrono scorci sulla dimensione reale riguardante la cultura della differenziazione che potrebbe avere, in realtà, molta più plastica consumata gettata tra i rifiuti indifferenziati. I dati, raccolti da Corepla, Consorzio nazionale senza scopo di lucro per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, narrano di un valore economico che ammonta a circa 769milioni di euro. In Italia, oramai, il servizio di raccolta e riciclo è diventato capillare. I comuni serviti, nello specifico, sono 7.345. Corepla ha avviato, ormai da anni, progetti che riguardano il recupero energetico di 445.812 tonnellate di plastica utilizzate per produrre energie al posto di combustibili fossili. Il materiale utilizzato da Corepla per il recupero è stato destinato per il 75% a cementifici (41% in Italia e 34% all’estero) e per il restante 25% a termovalorizzazione. Alle cifre della gestione consortile, vanno aggiunti i quantitativi di imballaggi in plastica riciclati da operatori industriali indipendenti provenienti dalle attività commerciali e industriali che ammontano a 287.000 tonnellate, per un riciclo complessivo di oltre 1 milione di tonnellate e la quota di imballaggi presente nell’RSU avviati a recupero di energia (567.510 tonnellate). Insomma,  delle 2.084 milioni di tonnellate di imballaggi in plastica immesse sul mercato e di pertinenza COREPLA nel 2019, il Sistema Italia è riuscito a recuperarne 1.917.614, che corrisponde al 92%. Un risultato mai raggiunto prima. Per gli oltre 7.000 Comuni che hanno avviato il servizio di raccolta. Con una media di circa 23 kg /abitante anno di RD il sistema italiano del riciclo degli imballaggi in plastica è tra i primi in Europa. Siamo certi che lavorando così assiduamente nell’attività di sensibilizzazione di tutti gli attori e nello sviluppo di nuove tecnologie riusciremo a vincere la sfida dell’economia circolare e saremo pronti a contribuire al raggiungimento degli ‘sfidanti’ obiettivi che la EU pone per il 2025 per il nostro Paese – ha commentato il presidente di Corepla Antonello Ciotti.

COMMENTS