Calcio pugliese: serie A, Lecce sconfitto in casa. Serie C, playoff e playout dai primi di luglio. Serie D, promozione per il Bitonto

Calcio pugliese: serie A, Lecce sconfitto in casa. Serie C, playoff e playout dai primi di luglio. Serie D, promozione per il Bitonto

Di Rogero Paci, Bari – Sono ripresi lo scorso week end i campionati di serie A e B di calcio. L’attività era stata sospesa il 24 febbraio prima del lockdown imposto dall’emergenza Coronavirus. Si giocherà due volte a settimana fino a inizio agosto. Il Lecce ricomincia con una sconfitta tra le mura amiche. I salentini non sono riusciti ad opporsi all’ottima vena realizzativa del Milan, che passa con un netto 4 a 1 al Via Del Mare. Il Lecce gioca un buon primo tempo, ma i rossoneri vanno in vantaggio al ’26 con Castillejo. Nel secondo tempo, pronti-via, i salentini pareggio con un dubbio rigore trasformato impeccabilmente dal capitano Mancosu. Nell’azione successiva il Milan raddoppia con un gol di Bonaventura. Di qui in poi l’inerzia della partita si sposta dalla parte della squadra ospite, che dilaga con i gol di Rebic e Leao. Con questa sconfitta il Lecce si ferma a 25 punti e resta al terz’ultimo posto assieme al Genoa ad un punto dalla Sampdoria a 26. Nel prossimo turno sarà difficile fare punti a Torino contro la Juventus. La sfida è in programma venerdì sera. Si disputeranno a partire dai primi di luglio playoff e playout del campionato di serie C. Il campionato ha già espresso i primi verdetti con la promozione in serie B di Monza, Vicenza e Reggina e con la retrocessione in serie D di Rieti, Rimini e Gozzano. Il torneo riprenderà domenica 27 giugno con la disputa della finale di Coppa Italia tra Juventus U23 e Ternana. Le gare degli spareggi promozione e retrocessione vedranno impegnate tre squadre pugliesi: Bari e Monopoli disputeranno i playoff, mentre il Bisceglie disputerà i playout. Campionato concluso invece per le squadre della serie D. Nel girone H, viene promosso in serie C il Bitonto. Mentre retrocedono in Eccellenza Francavilla e Nardò.

COMMENTS