Puglia: la street art è legge, ogni anno alla migliore opera di strada verrà assegnato il “Best street art work”

Puglia: la street art è legge, ogni anno alla migliore opera di strada verrà assegnato il “Best street art work”

Di Rogero Paci, Bari – E’ stata approvata in via definitiva dal consiglio regionale pugliese la proposta di legge recante “Disposizioni per la valorizzazione, promozione e diffusione della street art”, sottoscritta dai consiglieri Sabino Zinni e Enzo Colonna. La legge è il primo esempio di intervento organico di questo tipo in Italia. Sono previsti finanziamenti fino a 4 milioni di euro.

Consigliere regionale Enzo Colonna

Fino a qualche giorno fa era solo un articolato programma, come vi abbiamo anticipato nel nostro precedente articolo, ma oggi il consigliere Colonna ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto, anche perché si tratta del primo organico intervento normativo in Italia, agile ed essenziale, incentrato sul sostegno a questa forma di arte urbana e collettiva, che ha
rappresentato e rappresenta l’innesco per attivare energie vitali e positive, soprattutto dei più giovani, con un interesse crescente da parte di un pubblico sempre più vasto, soprattutto se elaborate ed accompagnate da processi di partecipazione e di coinvolgimento dal basso”.

La legge prosegue nel solco di un percorso avviato nell’estate 2019 con la call aperta alle amministrazioni pubbliche, che avrebbero avuto a disposizione 450mila euro per un triennio, (150mila all’anno), per interventi di street art e riqualificazione urbana.

Risposero 91 fra Comuni, scuole e università, 11 i lavori effettivamente realizzati, e i restanti saranno presto chiamati per proporre i loro progetti.
La legge, oltre a individuare le azioni di sostegno messe in campo dalla Regione a favore di enti pubblici, prevede anche che i singoli Comuni redigano un elenco di spazi – pubblici o privati – che nel loro territorio sono a disposizione dei writer. È l’evoluzione di quell’albo dei writer voluto nel
2012 a Bari – fu il primo caso in Italia – e si estende a tutto il territorio regionale.
La street art diventa così sempre più legale, abbandona la marginalità e la clandestinità e viene ufficialmente riconosciuta. Allo stesso modo, nella nuova legge la Regione si impegna a un censimento periodico degli interventi di street art realizzati, in modo da diffonderne la conoscenza
attraverso i portali regionali, primo fra tutti cartapulia.it, dedicato alla Carta dei beni culturali della Puglia. Insomma, su quest’ultimo non ci saranno solo indicazioni su musei e beni architettonici, ma anche sulle espressioni più contemporanee dell’arte, e quindi murales e graffiti.

Infine, la legge prevede anche la nascita di un premio annuale “Best street art work”, da attribuire alle migliori opere di street art realizzate sul territorio.



COMMENTS