Scegli tu la mascotte per i Giochi del Mediterraneo di Taranto 2026. Chi vincerà tra Ionios, Skuma e Ikkos?

Scegli tu la mascotte per i Giochi del Mediterraneo di Taranto 2026. Chi vincerà tra Ionios, Skuma e Ikkos?

Di Daniele De Bartolo, Bari – Grandi manifestazioni, mega incontri con tantissimi partecipanti, un incontro di sportivi e appassionati di sport. Certo per il periodo che abbiamo vissuto, e che in parte viviamo ancora, sembra fantascienza, sembrano immagini che arrivano da un passato molto lontano e quasi impossibile da replicare. Ma non dobbiamo farci scoraggiare. Tornerà la nostra vita di sempre fatta di socialità, di contatto diretto anche con sconosciuti pressati su di un mezzo pubblico o in fila per vedere un concerto o una manifestzione sportiva. Torneranno i grandi eventi. E saranno ancora più belli.


Per noi pugliesi c’è già un appuntamento cerchiato in rosso sul calendario. Parlo della XX edizione dei Giochi del Mediterraneo che si terranno nel 2026 a Taranto. Per chi non lo sapesse i Giochi del Mediterraneo possiamo considerarle delle Olimpiadi che però riguardano solo le nazioni che si affacciano proprio sul Mar Mediterraneo. Taranto sarà la quarta città italiana, dopo Napoli, Bari e Pescara, ad ospitare questa importante manifestazione che toccherà la puglia per la seconda volta a quasi 30 anni da quando fu Bari ad ospitare i Giochi nel 1997. Proprio rispetto alla città capoluogo, tutti i cittadini tarantini si aspettano che i Giochi portano un importante lavoro di creazione o di ristrutturazione degli impianti sportivi che una volta che la manifestazione sarà terminata resteranno a disposizione della cittadinanza.


Ma per adesso è ancora troppo presto. Mancano sei lunghi anni in cui la città e la nazione tutta dovranno dimostrarsi capaci e competenti per organizzare un evento così importante limitando al massimo gli sprechi e garantendo una crescita alla città già fin troppo martoriata dai continui problemi ambientali e dall’assurdo ricatto emotivo tra salute e lavoro. Intanto però c’è da scegliere la mascotte, il personaggio che rappresenterà graficamente questa edizione e che abbellirà le grafiche e i gadget di questa edizione dei Giochi del Mediterraneo. Nella speranza di rendere sempre più vicino alla comunità questo evento il comitato promotore ha scelto che la mascotte dei Giochi sarà decisa tramite un sondaggio sul web tra tre proposte.


Si tratta di tre personaggi completamente diversi. Il primo si chiama IONIOS ed è un delfino birichino dalla pettinatura punk. Il “piccolo principe” del mare nostrum, simbolo della felicità dei giochi in acqua. Le altre due mascotte sono invece una figura femminile e una maschile. Quella femminile si chiama SKUMA ed è l’immagine dei migliori frutti del mar di Taranto. Giovane, bella e ribelle contro ogni stereotipo: a chi hai detto “cozza” finora? La figura maschile si chiama invece IKKOS e rappresenta il mito tarantino dei giochi in versione supereroe: metà macho, metà mare, “sirenetto” innamorato dello sport.


Le tre proposte in gara sono state presentate in una videoconferenza stampa dal sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, dal presidente del Coni Nazionale, Giovanni Malagò, dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano con il direttore generale dell’agenzia regionale Asset, Elio Sannicandro, e dal ministro per le Politiche Giovanili e per lo Sport, Vincenzo Spadafora. «Si tratta di tre figure ispirate a ciò che appassiona i popoli del Mediterraneo: una storia millenaria in comune, i deliziosi frutti del mare e i delfini che popolano le nostre acque» hanno spiegato i promotori dell’iniziativa svelando le tre immagini tra cui gli utenti possono scegliere.
Per votare basta andare sul sito della manifestazione https://taranto-2026.it/ o sotto il post dedicato sulla pagina facebook Ecosistema Taranto. Le votazioni sono aperte fino alla mezzanotte del 16 giugno 2020.


I numeri che si aspettano da questa manifestazione sono molto importanti: 26 i Paesi partecipanti, oltre 4mila gli atleti e quasi 3mila le presenze attese tra tecnici, dirigenti, accompagnatori, delegazioni, giudici, arbitri e giornalisti accreditati. Tutti si aspettano un grande spettacolo assicurato per appassionati di sport e non solo, che potranno seguire da vicino i campioni delle discipline sportive più popolari come atletica, nuoto, calcio, basket, volley, ginnastica, pallanuoto, pallamano, karate, taekwondo e tante altre.

COMMENTS