Oltre 12.000 euro raccolti dagli artisti pugliesi #unitiperlapuglia: è un successo l’iniziativa lanciata sui social

Oltre 12.000 euro raccolti dagli artisti pugliesi #unitiperlapuglia: è un successo l’iniziativa lanciata sui social

di Daniele De Bartolo, Bari – E’ nata come una scommessa, è stato un successo. Parliamo di Uniti per la Puglia un’iniziativa lanciata sul web, che chiamava a raccolta gli artisti pugliesi: un’asta da svolgere in due giorni – dal 2 al 4 aprile – con l’obiettivo di raccogliere fondi per la sanità della Regione Puglia, per far fronte all’emergenza negli ospedali e nei reparti di Terapia intensiva. L’appello chiedeva qualcosa di importante agli artisti pugliesi ovvero di mettere all’asta una loro opera consapevoli che l’intero ricavato sarebbe stato devoluto in beneficienza; loro avrebbero avuto solamente l’occasione di mettersi in mostra, far vedere quello che creano con la loro arte e farsi conoscere.

L’appello ha viaggiato veloce su Facebook e Instagram macinando adesioni e ora che la tre giorni di aste è terminata, possiamo tirare le somme. La sfida è stata colta da più di 300 artisti e artigiani pugliesi per un ricavato di 12.000 euro che sono stati già devoluti alla sanità pugliese. Le regole erano semplici ed erano comunicate nel messaggio che richiamava i diversi artisti “Ogni artista pubblicherà la propria opera sul suo profilo, con l’hashtag #unitiperlapuglia. Nei commenti potrete fare la vostra offerta. Si partirà da una base d’asta di 50 euro (da 100 euro per opere più complesse, a discrezione dell’artista) e si potrà rilanciare di 20 euro o più. Vince l’offerta più alta al termine dell’asta”. Il pagamento dell’acquirente va indirizzato al conto corrente bancario intestato a Regione Puglia (Iban: IT51 C030 6904 0131 0000 0046 029; codice Swift/Bic: BCITITMM), con la causale ‘unitiperlapuglia + nome artista/opera’; il pagamento deve essere effettuato il prima possibile con l’obbligo di “inviare all’artista la ricevuta tramite messaggio privato e accordarsi per il ritiro”.

Il bello di quest’iniziativa è che anche chi non ha potuto fare un’offerta può seguire su instagram attraverso l’#unitiperlapuglia i tantissimi artisti che hanno partecipato quasi come fosse una mostra collettiva di arte moderna tutta made in puglia. E sono diversissimi gli stili che hanno messo in pratica i nostri artisti. Si va dai disegni a matita, a carboncino, con gli acquerelli, ma anche di dipinti su fazzoletti, su ceramiche, sciarpe decorate, insomma tutto quello che la creatività e l’estro dei nostri artisti pugliesi ha partorito.Chi si è aggiudicato le aste deve però attendere per ricevere le opere. Difatti nelle regole dell’asta c’era scritto anche “Ultima condizione: l’opera aggiudicata sarà inviata al termine della quarantena, per non sovraccaricare i corrieri con consegne non urgenti”.

Quale momento migliore per dedicarsi all’arte, alle proprie passioni. Create, date libero sfogo alla vostra fantasia normalmente ingabbiata negli angusti spazi della monotonia, delle giornate tutte uguali scandite dai soliti appuntamenti. Unica regola, nessun limite alla fantasia. Poi se proprio non si riesce a creare nulla si può seguire gli artisti pugliesi che hanno partecipato a questa iniziativa.

COMMENTS