Grande attesa per la Notte Bianca dello Sport 2019: Fabrizio Armenise, uno dei soci fondatori ci parla dell’obiettivo di questa edizione

Grande attesa per la Notte Bianca dello Sport 2019: Fabrizio Armenise, uno dei soci fondatori ci parla dell’obiettivo di questa edizione

 

Di Carmen Cafarella, Bari – Abbiamo lodato in passato la loro attività e continueremo a farlo perché è sempre degno di ammirazione l’impegno di giovani ragazzi, pieni di sogni e di passioni, al servizio di tutta la comunità.

Stiamo parlando dei ragazzi di Piazza Pubblica associazione Socio – Culturale che ha sede nel comune di Modugno e che, ogni anno, sempre più,  cerca di coinvolgere nella realizzazione delle sue attività anche altre associazioni dell’hinterland pugliese.

Quest’anno l’obiettivo è stato quello di coinvolgere una nuova associazione OLTRE SPORT. Come ci suggerisce il suo nome stesso questa realtà mira a guardare “OLTRE”, avendo come fine quello di creare un cambiamento culturale attraverso i valori intrinseci dello sport stesso. Il suo intento è facilitare l’esercizio di ogni attività sportiva a carattere dilettantistico, sia come modo di impiego del tempo libero sia come recupero di soggetti cosiddetti a rischio ma anche per finalità turistico-promozionali.

Nel dettaglio l’Associazione ha lo scopo di organizzare un centro integrato per l’avvio e il perfezionamento all’esercizio di attività sportive di persone con qualsiasi tipo e grado di disabilità e non. Trasformare in normale quello che è eccezionale è l’obiettivo di Oltre Sport proprio grazie ad esempi di vita di persone disabili che vivono la quotidianità dedicandosi ad hobby e passioni proprio come può esserlo il Powerchair Football. Il calcio in carrozzina elettrica è una disciplina praticata a livello internazionale nata prevalentemente per atleti con disabilità con capacità e potenza fisica ridotta come malattie neuromuscolari. L’associazione Oltre Sport è riuscita a creare la prima squadra di Powerchair Football della nostra regione e i ragazzi di Piazza Pubblica hanno scelto quest’anno di sostenere proprio loro con i ricavati della manifestazione Notte Bianca dello Sport, diventata ormai un appuntamento fisso dell’estate modugnese. 

Senza aggiungere altro vi lasciamo alla breve intervista fatta a Fabrizio Armenise, uno dei soci fondatori di Piazza Pubblica e vi invitiamo a partecipare a questa preziosa manifestazione che si terrà sabato 27 luglio a partire dalle ore 18.00 e domenica 28 luglio dalle 19.30, giornata di premiazione e diversi spettacoli.

 

Come nasce la collaborazione con l’Asd Oltre Sport?
Ogni anno, la Notte Bianca dello Sport è legata ad una raccolta fondi interamente devoluta all’obiettivo di solidarietà e sostegno che ci prefiggiamo prima dell’evento. Quest’anno, quando abbiamo iniziato a guardarci intorno per individuare l’obiettivo da perseguire, durante la prima assemblea organizzativa, un nostro socio ha portato la nostra attenzione sull’Asd Oltre Sport. Conoscendo meglio la loro realtà, abbiamo scoperto che abbiamo in comune gli stessi ideali associativi e condividiamo gli stessi valori di sport, comunità, uguaglianza e aggregazione.In particolare, l’Asd Oltre Sport è un’associazione che opera per fini sportivi, ricreativi e culturali con lo scopo di organizzare l’esercizio di attività sportive dilettantistiche, con la formazione e la preparazione di squadra, in tutte le discipline sportive riconosciute, per persone con qualsiasi tipo e grado di disabilità. L’associazione nasce dall’intento di promuovere e diffondere un’innovativa disciplina sportiva, il “Power Chair Football” (calcio in carrozzina elettrica) grazie alla collaborazione di persone con disabilità con allenatori, dirigenti e sportivi del calcio. La “Oltre Sport” è una delle tre squadre italiane, la prima in Puglia, a praticare questo sport per gli atleti con disabilità e con capacità fisica ridotta, affetti da malattie neuromuscolari. Pertanto con il ricavato della manifestazione, proveremo a migliorare la mobilità dei ragazzi dell’Asd Oltre Sport finanziando parte dell’acquisto di un pulmino attrezzato che permetta agli atleti in carrozzella di poter partecipare autonomamente agli allenamenti ed alle trasferte.

Cosa vi ha spinto a creare la vostra associazione e perché lo sport rappresenta il vostro punto di forza?

L’associazione Socio Culturale Piazza Pubblica nasce da una chiacchierata tra tre amici che volevano provare a trasformare interessi e passioni personali in un impegno civile e concreto all’interno della società e al servizio della comunità. Abbiamo sempre pensato che la “piazza” fosse un luogo che accoglie tutti e dove è possibile incontrarsi, discutere, conoscere, scambiare idee; la “piazza” è quel luogo dove nasce e si sviluppa la società, luogo che appartiene a tutto il popolo poiché accessibile a tutti. La piazza inoltre è “pubblica”, ovvero di tutti, in quanto formata da una serie indistinta di persone, che hanno voglia di incontrarsi e stare insieme. Proprio da questa comunione di intenti, il 1 Marzo 2012, è nata la nostra associazione. Da allora ogni anno, realizziamo la Notte Bianca dello Sport, un evento sportivo che ci caratterizza, unico nel suo genere, poiché riteniamo che lo sport possa eliminare quegli ostacoli e quelle barriere che spesso la società pone tra le persone.Siamo convinti che lo sport possa unire gli individui e far nascere quei sani valori di collaborazione ed entusiasmo in cui crediamo fortemente e di cui questo tempo ha sempre più bisogno.

Pensate che a Modugno manchino ancora centri ricreativi e di aggregazione per i ragazzi?

Assolutamente no; a Modugno ci sono diversi luoghi aggregativi e diverse associazioni che come Piazza Pubblica, provano a coinvolgere la comunità adulta e giovanile della città. L’abbiamo potuto constatare nella realizzazione di alcuni eventi estivi, presso la nostra sede, dove abbiamo stretto delle sincere e fruttuose collaborazioni con realtà presenti ed attive sul territorio come Hip Hopera Foundation e Smallville – Fumetteria che, ad esempio, ci hanno guidato nei dibattiti dei cineforum. Ciò che piuttosto manca a Modugno, è la partecipazione ed il coinvolgimento dei ragazzi, ovvero di quella fascia adolescenziale che va dalle scuole superiori sino al periodo universitario. Avvertiamo una mancanza assoluta, un vuoto, che nonostante i numerosi sforzi non riusciamo a colmare. Questa è la sfida da affrontare nei prossimi anni, poiché pensiamo che la comunità sia fatta da gente che dopo aver messo “mi piace” ad un post online, decide di affacciarsi nei luoghi aggregativi per condividere esperienze ed emozioni in modo reale e partecipato. 

Avete sempre trovato appoggio e sostegno dal comune e dalle altre associazioni o c’è stato qualcuno che vi ha ostacolato?

Quest’anno siamo giunti all’ottava edizione della Notte Bianca dello Sport e di conseguenza ci siamo dovuti rapportare con diversi attori, sia per quanto riguarda l’amministrazione che per tutte le realtà coinvolte nella manifestazione. C’è da dire che la notte bianca è cresciuta di anno in anno, coinvolgendo sempre più l’amministrazione locale, le realtà sportive, i luoghi e gli sponsor che ogni anno hanno dato fiducia ai diversi progetti; non sempre abbiamo avuto vita facile o grande sostegno, tuttavia questo non ci ha mai scoraggiato, anzi ha fatto si che ogni edizione lasciasse il segno negli occhi e nel cuore dei cittadini di Modugno. Oggi l’evento è forse uno dei più attesi dell’estate e la risonanza che porta con se, attira le attenzioni di tutta la città e se raggiungiamo l’obiettivo prefissato certamente non è solo per merito nostro ma anche grazie all’aiuto di coloro che decidono di supportarci. Non siamo mai stati polemici con nessuno, è una caratteristica che non ci appartiene, poiché pensiamo che la miglior risposta sia quella lavorare e raggiungere gli obiettivi prefissati. Quest’anno toccherà all’Asd Oltre Sport; adesso non resta che lavorare tutti insieme per andare “oltre”…!!

COMMENTS