Parte oggi “The Rehearsal Sessions”, iniziativa inedita di un musicista pugliese

Parte oggi “The Rehearsal Sessions”, iniziativa inedita di un musicista pugliese

Di Carmen Cafarella, Bari – Al via oggi un’iniziativa inedita, almeno nella nostra regione, quella di un musicista ed appassionato di musica, Maurizio Leonardi, che ha deciso di aprire un canale YouTube: The Rehearsal Sessions su cui sarà possibile riprendere le prove di varie band del panorama musicale barese.

Un’idea che ci ha da subito entusiasmati e incuriositi, per questo abbiamo voluto fare due chiacchiere con Maurizio per capirne di più.

1. Da cosa la nasce l’idea di questo canale e perché hai scelto questo nome? 

L’idea è nata dal mio personalissimo feticismo di presenziare alle prove delle band dei miei amici. Ho sempre trovato affascinanti i rituali, la magia elettrica, la concentrazione, la sobrietà senza trucchi e fronzoli, tutto quello che avviene nell’intimità della sala prove. La prima volta che ho provato questa eccitazione è successo guardando alcuni preziosissimi stralci delle prove nel fienile in cui Neil Young ha registrato alcuni brani del noto “Harvest”. Quel sound crudo, grezzo, lontanissimo dai contesti sofisticati degli studi di registrazione mi ha fatto adorare la forma più umana dell’artista, come sentirsi a proprio agio in casa con un amico e indossare il pigiama piuttosto che un abito. Inoltre mi piace tanto l’idea di entrare nella tana, culla della composizione, nido confortevole delle band. Il nome del “progetto” viene da sé, in italiano si traduce in “le sessioni dalla sala prove”, semplice e subito intuibile.

2. Ti dedicherai a uno o più generi in particolare o riprenderai qualsiasi band o cantautore barese?

Non darò la precedenza ai miei gusti personali, il requisito fondamentale è catturare musica originale senza limiti di genere e non è detto che “catturerò” solo la band del territorio, al contrario spero di poter presto trovare una formula per andare a trovare chiunque voglia ospitarmi.

3. Pensi che la tua presenza possa in qualche modo influire sulle prove delle band che magari si sentono più esposte agli sguardi in un momento che solitamente è piuttosto “intimo”?

Indubbiamente la mia presenza, per quanto voglia essere discreta, susciterà sicuramente qualche emozione. Da musicista posso confermare che anche la presenza di una persona molto amica in sala prove suscita in me una forma di narcisismo davvero singolare che può portarmi ad essere più o meno concentrato. Certo siamo molto lontani dalle emozioni scatenate dalla presenza di un pubblico durante un live, proprio per questo credo che sia il modo più sensato di catturare quella essenza sincera che solo quelle quattro mura o lamiere possono mostrare.

Come primo video di apertura del suo canale, che potrete seguire anche attraverso la pagina Facebook: The Rehearsal Sessions, Maurizio ha scelto di pubblicare le prove fatte dalla band Sangue di cui lui stesso è membro.

Avendo scelto di accogliere nel nostro blog il progetto The Rehearsal Sessions, ogni volta che Maurizio lancerà sul canale YouTube le prove di nuovi gruppi, noi faremo una breve intervista per farvi conoscere qualcosa in più e per diffondere il panorama musicale barese in fermento che troppo spesso resta latente.

Questa volta a rispondere alle nostre curiosità è Fish McRave, chitarra e voce

di un power trio dalle sonorità stoner/doom/psych nato ad inizio 2018 come Jam-Band. Maurizio “Brainless” Leonardi al basso e Roy “Frittata” Saccente alla batteria completano il gruppo. Ad Aprile 2019 è uscito il loro primo EP dal titolo “Sangue, un album intenso, carico di sonorità cupe, ma molto energiche allo stesso tempo, che coinvolgono l’ascoltatore richiamando la sua attenzione e tenendolo incollato all’ascolto.

Ascoltatelo qui:

1. Come mai avete scelto il nome “Sangue”?
Il nome è stato scelto perché consideriamo la nostra musica un flusso, tutto parte dallo stomaco e attraverso le arterie che sono i nostri strumenti si irradia verso tutti gli organi vitali.
2. Avete avuto difficoltà a inserirvi nel panorama musicale barese? Non abbiamo avuto particolari difficoltà ad inserirci anche perché fondamentalmente non ci è mai importato nulla di far parte o meno di un panorama. Siamo nati come una Jam Band e tutto il resto è venuto fuori da solo dopo aver pubblicato il nostro primo lavoro.
3. Quanti concerti avete già fatto in giro per la Puglia e dove?
Abbiamo fatto diversi concerti negli ultimi due mesi in giro per la Puglia, forse una decina, attraversando la regione da Sud a Nord. Di solito suoniamo in posti occupati, circoli Arci o Festival, in realtà sono le location che preferiamo.
4. Quale sarà la prossima tappa?
Il prossimo live è previsto per il 27 Luglio, faremo parte della line up di In Riva al Punk, un Festival, alla sua seconda edizione, che si terrà a Nord della Puglia, location ancora segreta.
5. Cosa è che più amate quando suonate?
Quello che ci succede quando suoniamo è spesso indescrivibile, nel corpo e nell’anima succedono cose che accadono solo ed esclusivamente quando suoni. E’ un po’ come essere sul palco, ognuno nella propria bolla, ogni bolla è collegata tra di loro e attraverso ci passano energie e un sacco di altra roba. Concretizzando, la cosa che più amiamo quando suoniamo è suonare.
Ci sono in cantiere progetti per il futuro?
Abbiamo diverse situazioni in sospeso per il futuro, alcune che non possiamo ancora raccontare (aspettando il 2 Luglio) altre come l’organizzazione di un minitour in Spagna e negli Stati Uniti, probabilmente nel prossimo inverno. A breve ritorneremo in studio per mettere su dei pezzi nuovi, di questo ne siamo certi.
7. Vivete solo di musica?
Per fortuna no, ognuno di noi ha un lavoro che ci permette di vivere la musica dal punto di vista economico in maniera più serena. Siamo coscienti che con la musica difficilmente puoi farci i soldi, specie se non sei uno che si vende il culo o decidi di mettere su cover band. A noi non importa vivere di musica ma fare musica per vivere meglio.

COMMENTS